Kanazawa Shikki, la lacca di Kanazawa

 prodotti di Kanazawa Shikki

 Kaga Maki-e

In inglese, nello stesso modo in cui “China” può significare “porcellana”, la parola “Japan” si riferisce all’artigianato della lacca. La lacca (shikki in giapponese) è possibilmente la forma più rappresentativa di tutto l’artigianato giapponese. Occorre applicare ripetutamente la lacca su legno duro trasformato, come cipresso e legno di zelkova, per completare un autentico “shikki”. La famiglia Maeda, che governò la provincia di Kaga (le aree attuali di Ishikawa e Toyama) nel periodo feudale, aveva invitato un maestro artigiano nelle prime ore del seicento per aiutare sviluppare la lacca in Kanazawa. La lacca giapponese ha una funzione adesiva. Pertanto, vari motivi possono venire disegnati con polvere d'oro o d'argento, e conchiglie essere incollate sulla superficie. La lacca di Kanazawa che mostra splendide decorazioni, è stata sviluppata per abbelire i mobili e articoli di artigianato artistico dei Signori feudali.
Inoltre, anche se la lacca è vulnerabile ai raggi solari o alla secchezza, è molto resistente tanto all’acqua come al calore e la sua lucentezza va approfondendo nel corso del suo uso.